(RI)GEN Z

La sfida

Citando il Sole 24 Ore “Sono oltre 750mila le strutture immobiliari in condizione di abbandono, tra palazzi, ville, edifici ecclesiastici, strutture industriali, 6mila chilometri di ferrovie inutilizzate e circa 1.700 stazioni, oltre all’elevato numero di strutture pubbliche di grandi metrature, come ospedali, caserme e sanatori non più utilizzati”. 

L’idea progettuale è quella di riconvertire queste strutture per renderle funzionali a livello abitativo e produttivo. L’area di maggiore interesse riguarderebbe quindi i centri urbani e le relative periferie. Il progetto si focalizzerebbe soprattutto nel creare spazi di co-living tra giovani under 35 in modo da facilitare la contaminazione e lo sviluppo di idee innovative tenendo conto anche delle normali soluzioni abitative per il resto della popolazione. Il progetto sarebbe anche un’opportunità per creare spazi innovati per start-up, quali talent garden o coworking o per creare spazi di lavoro per imprese operanti nel mondo dei servizi. Questa soluzione trova spazio nel mercato in quanto permetterebbe di accedere a zone centrali o comunque situate in zone limitrofe alle città, con tutti i vantaggi strategici del caso.

L’innovatività risiede nel riuscire a coniugare sfide ingegneristiche e edilizie con la sostenibilità economica del progetto nonché con il suo forte impatto sociale derivante dalla riqualificazione di edifici in disuso. 

Il progetto non mira a creare l’ennesima piattaforma online in grado di facilitare le iniziative private. L’obiettivo, invece, è quello di creare un forte legame con le istituzioni tramite il quale incentivare e facilitare la buona riuscita del progetto stesso. Per questa ragione saranno necessarie anche conoscenza in ambito legale. 

L’obiettivo del progetto sarà quello di individuare nel comune di Padova i possibili edifici da riqualificare, creare un progetto per riqualificarli e avviare le relazioni con le istituzioni.

clab

Il team

Africano Maria Ludovica – Chimica
Boscaini Francesca – Scienze Pedagogiche, dell’Educazione e della Formazione
Colangelo Jacopo – Psicologia Cognitiva Applicata
Costantini Federica – Giurisprudenza
Nervo Daniel – Scienze del Governo e Politiche Pubbliche
Pilon Mattia – Economia